Iniziare a stare bene partendo da se stessi.

Nudi come un Re?

La nostra vita quotidiana, letteralmente, non si svolge più a misura d’uomo, ma a misura di un elemento onnipresente e inafferrabile, la velocità, che ci impone i suoi ritmi nostro malgrado. Molte persone, dotate di scarso spirito critico, si lasciano assorbire totalmente da un simile ritmo, e finiscono per vivere la velocità non come una dura legge imposta da circostanze esteriori, ma una specie di valore assoluto ed auto evidente. Se vogliamo veramente vivere “meglio” iniziamo a rallentare il passo, anzi no fermiamoci un momento del tutto.

Immagine

La mattina, appena svegli evitiamo di catapultarci a fare colazione ma prendiamoci un paio di minuti per noi stessi.
Osservarsi nudi allo specchio può svelare particolari interessanti. E non parlo di notare il grasso che non vorremmo, di ciò che mangeremo a pranzo o confrontarsi con l’immagine ideale di un fisico perfetto. Proviamo a guardare il corpo allo specchio con curiosità distaccata, come se fosse quello di un’altra persona. Dimentichiamo i canoni estetici.

Quante storie, quanti segni, memorie, cicatrici e ricordi sono registrati nel nostro corpo? Nella sua forma, nella postura, nei segni sulla pelle, nel colore e tessitura della carnagione. Tutto quello che abbiamo mangiato, pensato, amato, odiato, rifiutato e integrato, come abbiamo dormito, respirato, tutto il dolore e le felicità, la sensualità. È tutto lì davanti ai nostri occhi. Eppure in genere è coperto, oppure ci curiamo solo delle imperfezioni, di cosa vorremmo cambiare, delle nostre ossessioni. O ancora siamo compiaciuti di un particolare, dell’abbronzatura, di un dimagrimento o dello sviluppo muscolare.

Proviamo a leggere (e soprattutto) sentire il corpo per quello che è, senza aggiungere e togliere, senza giudicare, senza desiderare qualcosa di diverso. Impariamo a fare amicizia con la storia che ci racconta, che è la nostra, con quello che siamo. Senza maschere, senza finzione. Non è un momento che dobbiamo necessariamente condividere, ma può essere un importante passo di liberazione, accettazione e crescita.

Un momento dedicato alla presenza in se stessi. In ogni caso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...